Villa Pandola Sanfelice

Villa Pandola avellino  - dimore storiche italiane

La Villa Pandola Sanfelice di Lauro sorge sui bastioni delle antiche mura a ridosso del
Castello Lancellotti. Vi si accede dal cancello di piazzetta Teresa Sanfelice per un viale
fiancheggiato da aranci e limoni che segue l’andamento degli antichi bastioni e che si
allarga sulla sinistra in una piccola altura, coperta da una fitta vegetazione che comprende
essenze di pregio come un’ Araucaria Imbricata più che centenaria ed un esemplare di
palma Washingtonia alta più di trenta metri. Il giardino ospita anche un gigantesco Taxus
Bacchata, nonché alcune Yucca Elephantipes, diversi tipi di palme nonché rose, agapanthus,
gelsomini giapponesi ed altre specie floreali.

All’ingresso una grande hall dal pavimento di marmo divide due saloni, l’uno detto “degli
Specchi”, l’altro “delle Battaglie”, dal soggetto dei numerosi quadri che lo adornano, a cui
segue una piccola cappella, tutti con pavimenti di maioliche napoletane originali delle
manifatture del XIX secolo.

Salendo lo scalone di marmo, sulla sinistra si trova la “sala della musica”, con un pianoforte
Gran Concerto della prima metà dell”800 e di seguito il “salotto verde”, impreziosito da un
bel camino di marmo bianco scolpito, nonché, tra gli altri, da due paesaggi uno
rappresentante la foce del Garigliano, l’altro Torre Astura. Seguono una biblioteca e la
camera da letto principale, detta “dell’Ammiraglio”, arredata con mobili originali di stile
Impero.

A destra della “sala della musica” si trova la grande sala da pranzo con un bel camino di
marmo grigio e, alle pareti, pregevoli nature morte napoletane. Tutti i camini della Villa
sono perfettamente funzionanti e usati normalmente. Ad essa segue una cucina moderna
che dà su un’ampia terrazza coperta da un pergolato di glicine, mentre l’antica grande
cucina, è situata al piano terra all’interno della costruzione originaria. La terrazza è volta a
Ovest, e così prendere un drink conversando con gli amici o pranzando all’ombra del
pergolato permetterà di avere come sfondo gli splendidi tramonti sulla piana di Caserta.
Sempre sulla terrazza si affaccia il “salotto rosso” al quale seguono due camere da letto,
una a due letti e l’altra matrimoniale. Altre due camere da letto seguono la “stanza
dell’Ammiraglio”, cinque in tutto, per dieci posti letto complessivi, ognuna con il proprio
bagno.

Sul retro della Villa una magnifica fontana, ornata da uno stemma in pietra della famiglia
Orsini, feudatari di Lauro nel XV secolo, offre ristoro a chi vi si voglia immergere nelle
giornata calde.


villa pandola visite - dimore storiche italiane

La Villa Pandola Sanfelice, ubicata a Lauro al confine tra la provincia di Napoli e quella di
Avellino, sorge sui bastioni delle antiche mura a ridosso del Castello Lancellotti e gode di
uno straordinario panorama sul Vallo di Lauro e sulla piana di caserta. In origine una
pertinenza, risalente al XVI secolo, dell’antica Chiesa di Santa Maria Maddalena, le è stato
aggiunto nell”800 un corpo di fabbrica con i saloni e lo scaloni principale.
Venne acquistato alla metà del ‘700 da Gaetano Pandola, la cui famiglia, dotata di grande
senso degli affari, aveva raggiunto nel tempo una posizione economica e sociale di rilievo.
Suo fratello, il canonico Francesco, si era adoperato per salvare Lauro, che aveva opposto
una forte resistenza, dall’eccidio e dalla distruzione da parte delle truppe francesi del
Generale Championnet nel 1799.
La famiglia a seguito del matrimonio del nipote Gaetano con la nobile irlandese Emilia
Higgins, si schierò apertamente in favore delle idee liberali e per l’unificazioni d’Italia sotto
la monarchia sabauda. Ebbe forti legami di amicizia con tutta l’élite liberale napoletana, da
Luigi Settembrini a Carlo Poerio, da Francesco De Sanctis a Guglielmo Capitelli. La Villa
infatti racchiude cimeli, antiche uniformi militari, documenti e corrispondenze, che sono
occasionalmente oggetto di esposizioni a tema. Ad essi si contrappongono abiti di corte e
testimonianze delle simpatie filoborboniche della famiglia Sanfelice , a cui la Villa è
pervenuta per eredità attraverso il matrimonio dell’ultima Pandola con il Marchese
Giuseppe Sanfelice di Monteforte.
Queste due componenti, liberal-risorgimentali e di fedeltà ai Borboni sono chiaramente
riflessi negli arredi e nei ricordi che impreziosiscono la Villa. La storia della famiglia Pandola,
ricostruita attraverso i documenti dell’archivio, è contenuta nel libro “Emilia e i suoi, una
famiglia del Sud dentro il Risorgimento” di Anna Sanfelice Visconti, pubblicato da Aracne
Editrice International.
Durante l’ultimo conflitto mondiale il pianterreno della Villa è stato requisito dalle truppe
britanniche che vi avevano stabilito un piccolo ospedale da campo.
La Villa si è salvata dalla distruzione che avrebbero provocato le mine collocate dai tedeschi
nel muro di sostegno per difendere la loro ritirata chiudendo, con le macerie
dell’esplosione, la strada principale che le passa accanto.
Le attuali proprietarie Anna Sanfelice Visconti di Modrone e Enrica Sanfelice Pasolini
dall’Onda hanno ereditato la casa nel 1999 dalla loro zia materna Teresa, ultima figlia di
Giuseppe Sanfelice, che ha dedicato tutta la vita alla formazione dei giovani attraverso la
musica e lo sport. Nel corso di diciotto anni le eredi hanno restaurato l’interno della Villa e,
con estrema cura, tutti i suoi arredi, conservandone intatta l’atmosfera e il fascino di una
casa storica vissuta dalle molte generazioni che le hanno precedute


matrimoni villa avellino  - dimore storiche italiane

La Villa dispone di cinque camere da letto, delle quali tre matrimoniali e due doppie e
quindi di dieci posti letto. Ogni camera è dotata del proprio bagno, due con vasca e tre con
doccia nonché di aria condizionata fredda e calda. Sono a disposizione degli ospiti,
gratuitamente, due lettini pieghevoli per bambini di età inferiore ai tre anni. Anche il
cosiddetto “Salotto Rosso” è dotato di aria condizionata fredda e calda.
Il cambio di biancheria viene effettuato una volta alla settimana salvo necessità contingenti.
In ogni modo la Villa dispone di un ampio locale lavanderia con lavatrice e asciugatrice ad
aria calda.
Una coppia di guardiani assicurerà due ore di pulizia quotidiane e potrà venire incontro a
specifiche richieste degli ospiti.
Il pianterreno è collegato al primo piano, dove si trovano le camere da letto, con un
ascensore per chi avesse difficoltà di deambulazione.
La grande cucina antica è attrezzata con cucina economica a cinque fornelli a gas e con un
grande forno elettrico, frigorifero e lavastoviglie. La cucina al primo piano dispone di una
cucina economica a cinque fornelli con un grande forno elettrico, frigorifero con
congelatore, forno a microonde e lavastoviglie oltre ai piccoli elettrodomestici di uso
comune.
A disposizione degli ospiti vi sono due televisori collegati ad una antenna satellitare.


Servizi Offerti :
Vacanze
Location Eventi Aziendali
Location Eventi Privati
Location Eventi Culturali
Location Matrimoni
Visite Culturali

Caratteristiche Generali

  • Piscina :
  • Wellness SPA :
  • Accessibilità Disabili :
  • Internet :
  • Animali ammessi :
  • Parco o Giardino :

Ospitalità

  • Numero Camere : 5
  • Posti Letto : 10
  • Prezzo Dimora al giorno : 514€
  • Prezzo Dimora a settimana : 3600€
  • Prezzo camera al giorno : Dato n.d.
  • Prezzo camera a settimana : Dato n.d.

Eventi e Matrimoni

  • Saloni : 2
  • Posti a sedere : 80

Visite

  • Costo Biglietto : Costo n.d
  • Giorni : Dato n.d.
  • Orari : Dato n.d.
  • Bookshop :
  • Visita con Guida :
Villa Pandola Sanfelice

Regione : Campania

Provincia : AV

Comune : Lauro

Indirizzo : Via Terra, 17

C.A.P. : 83023

Sito Web
Visita Sito Web
Info

Luoghi d’interesse nelle vicinanze:

La Villa si trova in posizione particolarmente favorevole per effettuare escursioni verso le
località di maggiore interesse turistico della Campania; Caserta e la sua Reggia, Pompei,
Ercolano, Oplonti, la costiera amalfitana, distano al massimo un’ora di viaggio così come i
notevoli, benché meno conosciuti, Anfiteatro Romano e Mitreo di Santa Maria Capua
Vetere, i Palazzi e la Cattedrale di Capua e la splendida Basilica Longobarda di Santa Maria
in Formis. A breve o brevissima distanza si trovano inoltre il complesso basilicale
paleocristiano di Cimitile, la Villa Romana del I secolo d.c., gli affreschi altomedievali di
Pernosano, il magnifico Castello Lancellotti e gli altri monumenti di Lauro. Senza contare,
naturalmente, Napoli e i suoi tesori d’arte, che distano dalla Villa non più di trentacinque
chilometri. Per chi si volesse spingere più oltre, i Templi di Paestum e la magnifica Certosa
di Padula ricompenseranno chi sia disposto a percorrere qualche decina di chilometri in più.


Vuoi Contattare la dimora? compila il form con le informazioni richieste (nessuna commissione è prevista dalla prenotazione tramite questo sito)

villa pandola campania - dimore storiche italiane

Non sono ancora presenti commenti su questa Dimora


Hai Visitato la Dimora? compila il form e facci avere un tuo commento

Scopri le più belle Dimore d'Italia : Campania

  • Siena, dal ‘200 al ‘400 La Collezione Salini

    Dal 15 giugno al 15 settembre i Magazzini del Sale di Palazzo Pubblico ospiteranno la collezione Salini, una raccolta di opere d’arte senesi davvero eccezionale, circa 150 “pezzi” tra dipinti, sculture, oreficerie e maioliche verranno presentati nei suggestivi locali dei Magazzini per ricreare lo stile e l’atmosfera del Castello di Gallico. - [...]
    Vai alla News
  • Cantine aperte in Dimore Storiche

    Il 27 e il 28 maggio, in occasione dell’annuale manifestazione “Cantine Aperte 2017”, promossa dal Movimento del Turismo del Vino, l’Associazione Dimore Storiche Italiane è stata rappresentata da circa 30 aziende vitivinicole consociate. La campagna italiana che circonda numerose dimore storiche è ancora quella dei paesaggi di tante pitture rinascimentali; castelli, cascine, ville e masserie faranno da cornice all’esperienza della scoperta di una produzione vitivinicola di - [...]
    Vai alla News
  • Giornata Nazionale dell’A.D.S.I. – 21 maggio 2017

    Si è svolta domenica 21 maggio 2017 la Giornata Nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane: l’iniziativa annuale promossa da A.D.S.I. dove sono state aperte gratuitamente circa 300 splendide residenze d’epoca, castelli, ville, casali, cortili e giardini in tutt'Italia a centinaia di migliaia di visitatori italiani e stranieri.Per celebrare i 40 anni di A.D.S.I. questa - [...]
    Vai alla News
  • Il Grand Tour per Dimore Storiche a Vinitaly

    Verona, 9-12 aprile 2017 – Anche quest’anno ADSI - Associazione Dimore Storiche Italiane è stata presente all'appuntamento di Vinitaly a Verona, a testimonianza del suo crescente impegno nel sostenere la grande tradizione vitivinicola italiana.La partecipazione di soci ADSI alla manifestazione è infatti sempre più numerosa: sono 54 le tenute storiche con cantina che - [...]
    Vai alla News
  • Dimore Storiche nei cieli del mondo con Alitalia

    10 Dimore ADSI sono state citate in 7 pagine del magazine Ulisse di Alitalia con ampi spazi di redazionale dedicati al nostro Grand Tour per un ideale giro d'Italia, dove unire cultura, bellezza e un soggiorno all'insegna della qualità e del saper vivere. Altre dimore nei prossimi numeri.Leggi l'articolo - [...]
    Vai alla News