Palazzo Usellini

palazzo usellini visite - dimore storiche italiane

L’edificio denominato Palazzo Usellini si trova nel centro storico del Comune di Arona, in Via Pertossi, l’antica strada carrale che portava al porto della città, una strada in leggera salita che dalla Piazza del Popolo sale verso via S. Carlo. La nostra dimora confina nella parte alta della Via Pertossi con il Convento della Visitazione e nella parte bassa con il Vicolo S.Marta che la separa dalla Chiesa omonima e a cui si può accedere direttamente.
Il complesso degli edifici, a tutt’oggi proprietà della nostra famiglia, è costituito da un corpo principale prospicente Via Pertossi, datato 1530, che si affaccia sul giardino interno all’italiana con un ampio porticato terrazzato, e da due edifici interni datati 1783, di cui uno di particolare eleganza.
Il corpo principale comprende al piano terreno l’atrio di ingresso da cui si può accedere a 3 sale e, attraverso in breve corridoio, al cortile con il portico cinquecentesco a forma di U. La sala principale presenta un soffitto a volta affrescato con decorazioni floreali, putti, sirene e paesaggi inspirati alle stagioni. L’affresco è in perfette condizioni ed è databile intorno al 1783 ovvero l’epoca in cui Carlantonio Usellini acquistò l’edificio. La sala dell’antica cucina è caratterizzata dalla presenza di un grande camino, ora è un luogo destinato a stanza di soggiorno. Tutto il mobilio esistente è originale della casa.
Gli appartamenti del 1° e 2° piano, che sono raggiungibili con un ampio scalone, non presentano particolari di interesse artistico a parte la mobilia originale della casa.
Sopra il tetto dell’edificio si trova la “torretta” una volta utilizzata come uccellanda, da cui si gode una bellissima vista del lago e del Castello Borromeo di Angera, sulla sponda lombarda del Lago Maggiore.
Gli altri due edifici interni denominati “Stallini” e “Casacce” fino alla fine dell’800 erano rispettivamente le scuderie e la sala da ballo. Mentre gli “Stallini” sono stati recentemente restaurati le “Casacce”, pur consolidate nella struttura e nelle coperture, necessitano di profondi lavori di restauro sia esterni che interni.
Le datazioni indicate sugli edifici si riferiscono all’acquisizione da parte di Carlantonio Usellini (1783), un ricco commerciante che aveva fatto fortuna in Olanda dove aveva sviluppato una fiorente attività commerciale, dell’edificio esistente (costruito nel 1530) che egli ampliò mantenendo la cinquecentesca struttura originaria, con il portico e le ampie terrazze, ma rifacendo, sembra su progetti di un ignoto architetto olandese la facciata in stile rococò, e costruendo, nel giardino all’italiana, una elegante palazzina che fa quindi da sfondo al giardino stesso. Ne risulta un complesso armonioso e perfettamente inserito tra la Chiesa ed il Convento.
La particolare forma ad U del portico interno favorisce un’acustica perfetta; da diversi anni questo spazio viene utilizzato per attività culturali, sia musicali che di spettacolo, che si svolgono nel periodo estivo.


usellini novara piemonte - dimore storiche italiane

L’edificio denominato Palazzo Usellini si trova nel centro storico del Comune di Arona è stato acquistato nel 1783 da Carlantonio Usellini (1743 – 1816), un ricco commerciante che aveva fatto fortuna in Olanda dove aveva sviluppato una fiorente attività commerciale.
Dalle notizie che abbiamo la nostra famiglia è originaria di Corciago, un piccolo paese dell’Alto Vergante. Abbiamo potuto risalire fino a Usellini Lorenzo (1636 – 1710) che risulta battezzato nella chiesa del paese. Nel 1761 Carlantonio Usellini, all’età di 18 anni lasciò l’Italia e si stabilì ad Amsterdam dove iniziò una attività commerciale così proficua che gli permise, al raggiungimento dei 50 anni, di ritirarsi a vita privata avendo ceduto l’attività a condizioni altamente vantaggiose. Rientrato in Italia acquistò l’edificio cinquecentesco esistente che egli ampliò mantenendo la cinquecentesca struttura originaria, ma rifacendo, sembra su progetto di un ignoto architetto olandese la facciata in stile rococò, e costruendo, nel giardino all’italiana, una elegante palazzina che fa quindi da sfondo al giardino stesso. Oggi sono scomparse dalla facciata le finestre originali a riquadri sostituite dalle quelle a imposte e dalle persiane. Ma all’interno esistono ancora alcune finestre a riquadri e a saliscendi tipiche dello stile olandese.
Durante la prima guerra di indipendenza a seguito dell’armistizio di Novara (1849) e dell’abdicazione di Re Carlo Alberto di Savoia, la sponda piemontese fu occupata sia pur per un breve periodo dalle truppe austriache e il figlio di Carlantonio, Filippo Usellini, a quell’epoca sindaco di Arona, fu obbligato a cedere una parte della sua casa agli ufficiali austriaci.
Alla morte di Filippo Usellini e con l’abolizione del maggiorasco avvenuto con l’Unità d’Italia (1861) la casa di Arona pervenne in eredità a Lorenzo Usellini che si trasferì però con la famiglia a Milano e, alla sua morte (1925), ai sei figli. Utilizzata fino al 1940 come residenza di villeggiatura, divenne rifugio di parte della famiglia che, a seguito dei bombardamenti inglesi su Milano, vi rimase per tutta la durata della seconda guerra mondiale. Anche Gianfilippo Usellini (1904 -1971), uno dei pittori più rappresentativi del ‘900 italiano visse durante la guerra ad Arona e trasse motivi di ispirazione dall’atmosfera senza tempo, quasi conventuale che caratterizza la dimora di Arona.
Dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, iniziò il periodo più buio della storia italiana. Il territorio del Lago Maggiore venne occupato dalle truppe tedesche, tra le quali una divisione delle SS che iniziò subito una serie di rastrellamenti di numerosi ebrei in gran parte sfollati da Milano, e culminati con la strage di Meina e di Baveno, due paesi sulla sponda piemontese del Lago Maggiore.
Il noto scrittore e critico teatrale Sabatino Lopez, ebreo di origine safardita trovò rifugio per qualche settimana nella nostra casa dopo l’arrivo dei tedeschi e con l’aiuto di amici di Gianfilippo Usellini potè poi fuggire in Svizzera, appena in tempo. Qualche giorno dopo la sua fuga una squadra di SS circondò gli edifici, ci radunò tutti in un locale e perquisì tutti gli appartamenti, dalle cantine ai solai senza trovare nulla.
Attualmente l’edificio è in parte abitato stabilmente da componenti della famiglia ed è sede di attività culturali di vario genere. Da molti anni vengono ospitati, nel periodo estivo, i concerti del Festival Lago Maggiore Musica che si svolge tra le due sponde del lago Maggiore ed in località d’arte.


usellini palazzo novara - dimore storiche italiane
Servizi Offerti :
Location Eventi Culturali
Visite Culturali

Caratteristiche Generali

  • Piscina :
  • Wellness SPA :
  • Accessibilità Disabili :
  • Internet :
  • Animali ammessi :
  • Parco o Giardino :

Eventi e Matrimoni

  • Saloni : Dato n.d.
  • Posti a sedere : Dato n.d.

Visite

  • Costo Biglietto : Costo n.d
  • Giorni : Dato n.d.
  • Orari : Dato n.d.
  • Bookshop :
  • Visita con Guida :
Palazzo Usellini

Regione : Piemonte

Provincia : NO

Comune : Arona

Indirizzo : Via Pertossi, 14

C.A.P. : 28041

Vuoi Contattare la dimora? compila il form con le informazioni richieste (nessuna commissione è prevista dalla prenotazione tramite questo sito)

visite palazzo novara - dimore storiche italiane

Non sono ancora presenti commenti su questa Dimora


Hai Visitato la Dimora? compila il form e facci avere un tuo commento

Scopri le più belle Dimore d'Italia : Piemonte

  • Cantine aperte in Dimore Storiche

    Il 27 e il 28 maggio, in occasione dell’annuale manifestazione “Cantine Aperte 2017”, promossa dal Movimento del Turismo del Vino, l’Associazione Dimore Storiche Italiane sarà rappresentata da circa 30 aziende vitivinicole consociate. La campagna italiana che circonda numerose dimore storiche è ancora quella dei paesaggi di tante pitture rinascimentali; castelli, cascine, ville e masserie faranno da cornice all’esperienza della scoperta di una produzione vitivinicola di - [...]
    Vai alla News
  • Siena, dal ‘200 al ‘400 La Collezione Salini

    Dal 15 giugno al 15 settembre i Magazzini del Sale di Palazzo Pubblico ospiteranno la collezione Salini, una raccolta di opere d’arte senesi davvero eccezionale, circa 150 “pezzi” tra dipinti, sculture, oreficerie e maioliche verranno presentati nei suggestivi locali dei Magazzini per ricreare lo stile e l’atmosfera del Castello di Gallico. - [...]
    Vai alla News
  • Giornata Nazionale dell’A.D.S.I. – 21 maggio 2017

    Si è svolta domenica 21 maggio 2017 la Giornata Nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane: l’iniziativa annuale promossa da A.D.S.I. dove sono state aperte gratuitamente circa 300 splendide residenze d’epoca, castelli, ville, casali, cortili e giardini in tutt'Italia a centinaia di migliaia di visitatori italiani e stranieri.Per celebrare i 40 anni di A.D.S.I. questa - [...]
    Vai alla News
  • Il Grand Tour per Dimore Storiche a Vinitaly

    Verona, 9-12 aprile 2017 – Anche quest’anno ADSI - Associazione Dimore Storiche Italiane è stata presente all'appuntamento di Vinitaly a Verona, a testimonianza del suo crescente impegno nel sostenere la grande tradizione vitivinicola italiana.La partecipazione di soci ADSI alla manifestazione è infatti sempre più numerosa: sono 54 le tenute storiche con cantina che - [...]
    Vai alla News
  • Dimore Storiche nei cieli del mondo con Alitalia

    10 Dimore ADSI sono state citate in 7 pagine del magazine Ulisse di Alitalia con ampi spazi di redazionale dedicati al nostro Grand Tour per un ideale giro d'Italia, dove unire cultura, bellezza e un soggiorno all'insegna della qualità e del saper vivere. Altre dimore nei prossimi numeri.Leggi l'articolo - [...]
    Vai alla News