Palazzo Bourbon del Monte

abcoa museum toscana  - dimore storiche italiane

Palazzo Bourbon del Monte, prestigioso palazzo rinascimentale, è situato nel centro storico di Sansepolcro ed è attualmente sede di Aboca Museum. Erbe e salute nei secoli. Questo museo, unico nel suo genere, ha lo scopo di recuperare e tramandare il millenario rapporto tra l’uomo e le piante medicinali, sia attraverso l’esposizione delle fonti del passato (preziosi erbari, libri di botanica farmaceutica, oggetti in vetro e ceramiche) sia attraverso la fedele ricostruzione dei luoghi dove anticamente si lavoravano le erbe.

Il percorso inizia a piano terra con l’ingresso al Museo e con una vetrina in cui sono esposti in sintesi i principali reperti storico-artistici presenti. Sempre a piano terra è situata l’erboristeria di Aboca, dove è possibile acquistare tutti i prodotti del gruppo Aboca – Planta Medica e il book-shop, in cui si possono consultare e acquistare sia le pubblicazioni Aboca Edizioni che una vasta scelta di testi relativi alla salute e al benessere naturale.

Sulle pareti delle scalinate, dal primo al quinto piano del Palazzo, si dispiegano preziose collezioni di tavole botaniche tratte dagli erbari conservati nella Bibliotheca Antiqua di Aboca Museum, che vengono sostituite periodicamente.

Al primo piano inizia l’esposizione museale vera e propria, dispiegata in nove sale dove sono esposti reperti storico-artistici (mortai, ceramiche…) o che ricostruiscono gli antichi ambienti di lavorazione delle piante medicinali. Dalla sala delle erbe si passa così alla spezieria del 1600, al laboratorio fito-chimico del 1800, alla cella dei veleni e alla farmacia del 1800, in legno e perfettamente conservata. Tutte queste sale sono sapientemente arredate con tutti gli strumenti necessari in quei secoli per ricavare dalle piante le sostanze con cui preparare i medicinali. Il visitatore viene così condotto in un affascinante viaggio nel passato, dove curiosità, aneddoti e profumi naturali si intrecciano per raccontare la storia delle erbe nei secoli.

Al quarto piano è invece situata la Bibliotheca Antiqua, una delle collezioni più importanti al mondo per la sua specificità, destinata a studiosi e ricercatori. Custodisce circa 1900 volumi antichi a stampa che raccontano quattro secoli di storia botanica (XVI – XIX sec.): si tratta di varie tipologie di opere, dai primi trattati sui Semplici (le piante medicinali base), agli studi di Botanica Farmaceutica, dai volumi di Alchimia alle Farmacopee rinascimentali, fino ad arrivare ai compendi ottocenteschi di Fisica, Chimica e Scienze Naturali.

All’interno della Bibliotheca opera inoltre un Centro Studi, coordinato e diretto da un comitato scientifico composto da esperti internazionali del settore botanico-farmaceutico
Sopra la Bibliotheca vi è infine la torretta, posto molto panoramico da qui si ha la visuale di tutta Sansepolcro.


abcoa museum storia  - dimore storiche italiane

Dopo la battaglia di Anghiari nel 1440 Borgo Sansepolcro, con grande soddisfazione dei suoi abitanti, fu ceduto dai papalini per 25.000 ducati d’oro alla Repubblica Fiorentina, sotto la cui signoria restò sino all’Unità d’Italia. Nel 1500 Giuliano da Sangallo, architetto di fiducia di Lorenzo de’ Medici, venne mandato a Sansepolcro per dotare la città di nuove mura e fortificazioni e, secondo il suo progetto, la città venne abbellita delle mura che tutt’oggi si possono ammirare. Da questo momento prese il via la costruzione dei più bei palazzi che sono l’ornamento della città, tra cui Palazzo Bourbon del Monte che, dopo un sapiente restauro, dal 2002 ospita l’esposizione museale di Aboca Museum. Caratterizzato dalla facciata seicentesca e addossato alla chiesa di San Rocco, il palazzo è il risultato di più accorpamenti realizzati su probabili costruzioni medievali, di cui si conservano tracce negli scantinati e nella torre detta Torre del Catolino, datata tra il XII e XIII secolo e facente parte dell’antica cinta muraria cittadina. L’edificio, costruito alla fine del XVII secolo, già nel 1703 subì una battuta d’arresto a causa di un terremoto e cambiò più volte proprietà. In questo palazzo, che i marchesi Bourbon del Monte acquisirono alla fine del Seicento dalla storica famiglia degli Alberti, è dotato di un ampio salone delle feste che veniva utilizzato anche come teatro per le esibizioni delle compagnie di attori e di musici biturgensi. In questo salone è raffigurato lo stemma dei marchesi del Monte: uno scudo azzurro con tre gigli d’oro attraversato da un bastone nodoso. Inoltre, quali feudatari imperiali, i marchesi del Monte ebbero il privilegio di innalzare sullo stemma l’aquila bicipite degli Asburgo-Lorena che erano subentrati ai Medici nel governo della Toscana.In questo palazzo abitò il marchese Monaldo (1685-1757), ventiduesimo Reggente del vicino marchesato del Monte Santa Maria, sembrandogli certo il clima di Sansepolcro più mite e confortevole di quello del Monte. La famiglia dei marchesi fu strettamente legata alla storia di questa città sin da epoca remotissima. Il palazzo passerà alla fine del ‘700 alla famiglia Capassini, poi ai Cattani ed infine ai Tricca.


abcoa museum visite  - dimore storiche italiane

Palazzo Bourbon del Monte è attualmente sede di Aboca Museum, aperto al pubblico durante tutto l’anno con il seguente orario: durante il periodo invernale, dalle h. 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.00, con chiusura di lunedì.

Durante il periodo estivo, invece, è aperto tutti i giorno dalle h 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

Il Museo è dotato di servizi igienici e di ascensore.
Annessa al museo, si trova l’erboristeria con la vendita dei prodotti Aboca e Planta medica, con personale qualificato pronto a dare consigli e a rispondere alle varie esigenze dei clienti. Annesso all’erboristeria, c’è anche un book-shop dove vengono vendute le pubblicazioni Aboca Edizioni e anche quelle di altre case editrici.
La Bibliotheca Antiqua è chiusa al pubblico ma può essere visitata tramite appuntamento da studiosi, ricercatori e a appassionati.
Davanti al Museo si trova il Giardino di Piero della Francesca, arredato con piante medicinali curate da Aboca Museum, e l’Osteria Piero della Francesca, il ristorante gestito direttamente dall’azienda Aboca. Si tratta di un ristorante che lavora esclusivamente con materie prime biologiche, non alterate da sostanze chimiche e geneticamente modificate, secondo quella che è la filosofia aziendale.


Servizi Offerti :
Location Eventi Culturali
Location Set Cinematografici
Visite Culturali
Ristoranti
Enogastronomia

Caratteristiche Generali

  • Piscina :
  • Wellness SPA :
  • Accessibilità Disabili :
  • Internet :
  • Animali ammessi :
  • Parco o Giardino :

Eventi e Matrimoni

  • Saloni : Dato n.d.
  • Posti a sedere : Dato n.d.

Set Cinematografici

  • Set in Esterni :
  • Set in Interni :
  • Set in Giardino :
  • Set in Piscina :
  • Acessibilità Mezzi :

Ristorazione

  • Colazione : Costo n.d
  • Brunch : Costo n.d
  • Pranzo : 25€
  • Aperitivo : Costo n.d
  • Cena : 25€

Visite

  • Costo Biglietto : 4€
  • Giorni : Lun,Mar,Mer,Gio,Ven,Sab
  • Orari : 10-13 15-19
  • Bookshop :
  • Visita con Guida :
Palazzo Bourbon del Monte

Regione : Toscana

Provincia : AR

Comune : Sansepolcro

Indirizzo : Via Niccolò Aggiunti, 75

C.A.P. : 52037

Sito Web
Visita Sito Web
Info

Luoghi d’interesse nelle vicinanze:

Aboca Museum fa parte del circuito museale “Valtiberina Musei Pass“: con il biglietto del Museo, si ha diritto al biglietto ridotto negli altri musei di Sansepolcro, Anghiari, Caprese Michelangelo, Sestino e Monterchi, e viceversa. Inoltre, con il biglietto del Museo si ha anche la riduzione ai Musei di Città di Castello.
Il Museo è inoltre convenzionato con molte strutture ricettive della zona, come hotel e agriturismi.


Vuoi Contattare la dimora? compila il form con le informazioni richieste (nessuna commissione è prevista dalla prenotazione tramite questo sito)

farmacia abcoa museum  - dimore storiche italiane

Non sono ancora presenti commenti su questa Dimora


Hai Visitato la Dimora? compila il form e facci avere un tuo commento

Scopri le più belle Dimore d'Italia : Toscana

  • Il Grand Tour per Dimore Storiche a Vinitaly

    Verona, 9-12 aprile 2017 – Anche quest’anno ADSI - Associazione Dimore Storiche Italiane è stata presente all'appuntamento di Vinitaly a Verona, a testimonianza del suo crescente impegno nel sostenere la grande tradizione vitivinicola italiana.La partecipazione di soci ADSI alla manifestazione è infatti sempre più numerosa: sono 54 le tenute storiche con cantina che - [...]
    Vai alla News
  • Giornata Nazionale dell’A.D.S.I. – 21 maggio 2017

    Oltre 200 splendide residenze d’epoca, castelli, ville, casali, cortili e giardini in tutta Italia a centinaia di migliaia di visitatori italiani e stranieri. Per celebrare i 40 anni di A.D.S.I. questa edizione del Grand Tour si avvale, in particolare, del contributo di ciceroni d’eccezione: numerosi studenti delle scuole medie superiori, sempre più coinvolti localmente dal sistema delle dimore storiche, - [...]
    Vai alla News
  • Mapei sostiene le Dimore Storiche Italiane

    Mapei, leader mondiale nella produzione di adesivi e prodotti chimici per l'edilizia, sostiene l'Associazione Dimore Storiche Italiane, confermando l'impegno verso la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale della Nazione. Un impegno che vede la Mapei attiva sia attraverso il sostegno economico che con la continua ricerca scientifica: l'azienda da tempo ha messo a punto una linea di prodotti specificamente studiati per il restauro di edifici - [...]
    Vai alla News
  • Dimore Storiche nei cieli del mondo con Alitalia

    10 Dimore ADSI sono state citate in 7 pagine del magazine Ulisse di Alitalia con ampi spazi di redazionale dedicati al nostro Grand Tour per un ideale giro d'Italia, dove unire cultura, bellezza e un soggiorno all'insegna della qualità e del saper vivere. Altre dimore nei prossimi numeri.Leggi l'articolo - [...]
    Vai alla News