Castello di Thiene

castello thiene facciata  - dimore storiche italiane

Il castello Porto Colleoni di Thiene è una delle location venete più esclusive per l’organizzazione di eventi. E’ possibile ricevere ospitalità nelle stanze al suo interno.

La dimora è un edificio del XV sec. sorto nel vicentino ad uso di dimora civile. Ritenuto unico esemplare del suo genere e caposaldo nell’evoluzione delle ville venete, associa le caratteristiche del castello a quelle del palazzo veneziano e in particolare della “casa-fondaco”: abitazione e magazzino/luogo di commercio.

La pianta del castello al centro dei tre piani si configura a forma di T. Il corpo principale presenta una loggia profonda, aperta sul fronte con cinque ampie arcate; al primo piano corrisponde una pentafora gotica, unico esempio al di fuori di Venezia. L’edificio è forse da attribuire al grande architetto Domenico da Venezia, “ingegnere” della città di Vicenza.

Le numerose sale sono ancora perfettamente arredate e presentano un’estesa collezione di ritratti; di grande importanza è il ciclo di affreschi realizzato da G. Battista Zelotti e G. Antonio Fasolo, i due più importanti allievi di Paolo Veronese, con scene di storia romana narrate da Tito Livio.

Nelle stanze “private” abiti, accessori e oggetti d’uso quotidiano. Insolita la collezione di ritratti equestri e splendide le scuderie eseguite all’inizio del ‘700 su disegno dell’arch. Francesco Muttoni. Sul fronte la grande corte nobile con barchesse e magnolie secolari. Sul retro l’ampio parco con cedraia, roggia e grotta. Sul retro l’ampio parco con cedraia, roggia e grotta.

Il Castello è dimora privata dei Conti Thiene che vi risiedono e che con passione custodiscono e valorizzano questo vasto complesso con eventi culturali di rilievo, visite guidate nelle parti dedicate al turismo e, da oggi, offrono anche la possibilità di passarvi indimenticabili soggiorni. Il castello, cintato da mura, è situato nel cuore del centro storico di Thiene, davanti al Municipio.


castello thiene quadreria  - dimore storiche italiane

Francesco Porto nel 1441 eredita dal padre e dallo zio un cospicuo patrimonio fondiario, tra Thiene, Marano e Malo –dove già nel ‘300 i Porto avevano acquistato molti terreni– per cui inizia verso il 1450 la costruzione di questo edificio.

Francesco Porto junior (1472-1554, nipote del fondatore) commissiona lavori di ingrandimento (la sopraelevazione del piano granaio), l’abbellimento del giardino con labirinto, fontana e statue (di cui rimane il ricordo solo nei documenti), la realizzazione degli scaloni in pietra e la decorazione delle facciate (di tradizione veneziana) con grandi cavalli e medaglioni raffiguranti imperatori romani.

Francesco sarà nominato dal doge Gritti (1532) Generale Collaterale, carica affidata a persona di provata fede con compiti amministrativi rivolti ad assoldare le truppe, sovrintendere al loro acquartieramento e provvedere al loro pagamento.

Francesco è fondamentale per la storia del castello: nel 1541 stila un fidecommesso in cui –non avendo figli– designa il primogenito maschio, fra le linee discendenti dai suoi fratelli, cui spetta l’eredità del palazzo e la proprietà non alienabile dei beni “Thiene” ottenuti per via ereditaria.

Il progetto complessivo di trasformazione rinascimentale è proseguito dal nipote Giovanni (primo erede nella gerarchia) con il pozzo del Palladio (1554) e gli affreschi del camerone (circa 1570) e concluso da Giovanni Battista (unico maschio di Giovanni) che realizzerà la cedraia e la grotta con peschiera nel giardino (1580), opera di Cristoforo Sorte.

Nel XVIII secolo sono eseguite su progetto di Francesco Muttoni in collaborazione con la celebre bottega di scultura dei Marinali le scuderie, splendido esempio di sfarzo e razionalità.

Alla fine del ‘700 viene trasformata l’ala sinistra del portico al piano terra dove si trovavano dei locali di servizio (cucina, lavanderia, forno, ecc.) collegate con la “fattoria” dove si svolgevano le funzioni amministrative della proprietà: demoliti i muri divisori sono state realizzate due sale di rappresentanza fra cui una affrescata con “la caduta di Fetonte“.

Orazio Porto (1729-1816) nomina erede il pronipote Orazio Guardino Colleoni con il vincolo di risiedere a Vicenza e associare il cognome Porto al proprio.I Colleoni-Porto sono proprietari del castello per tre generazioni.

Ad un iniziale periodo di disinteresse, segue un vasto programma di rinnovamento degli arredi e la trasformazione dei giardini: Guardino, ultimo della linea, muore nel 1918 senza figli e indica quale erede suo cugino Antonio Thiene.

Più di cinquecento anni di vita –trascorsi in trasformazioni, adeguamenti, ampliamenti e manutenzione– hanno modificato l’assetto originario generando una stratificazione di funzioni, di materiali, di arredamento e decorazioni di grande interesse, con una continua evoluzione, tuttora ben lontana dall’essere compiutamente svelata.

Il Castello, ormai simbolo della città di Thiene, è tutt’ora un edificio privato custodito con passione dagli attuali proprietari Conti di Thiene che si impegnano nella valorizzazione di questo vasto complesso monumentale per renderlo sempre più fruibile allo studioso, al visitatore, o al semplice curioso.


atrio ricevimento  - dimore storiche italiane

Prezzi per eventi: da € 2.500 a € 3.000 + iva

Prezzi per matrimoni: da € 2.000 a € 3.000 + iva

Prezzi visite:
Singoli: € 10,00
Gruppi: € 8,00 se più di 20 persone
Studenti in comitiva e ragazzi 12-18 anni: € 6,00
Studenti universitari: € 8,00
Pacchetto famiglia 1 (genitori + 1 figlio 12-18 anni): € 25,00
Pacchetti famiglia 2 (genitori + 2 figli 12-18 anni): € 28,00
Accesso gratuito per i bambini sotto i 12 anni

Le tariffe indicate sono comprensive del servizio guida e la visita dura circa 50 minuti

Sempre con nostra guida interna, solo previo accordo telefonico è possibile scegliere di visitare anche:
– Le camere da letto: € 2,00 a persona (durata: 20′)
– Le sale di rappresentanza ala ovest e cucina: € 2,00 a persona (durata 15′)
– Il parco e la ghiacciaia: € 2,00 a persona (durata 20′)

Eventi al castello:

Viridalia 2017: 9° edizione mostra mercato di piante, fiori, arredi, accessori per la casa e il giardino naturale; cibo dall’orto e dal giardino biologico e biodinamico. Due giorni dedicati al verde di qualità, al collezionismo botanico e all’ecologia del giardinaggio. sabato 9 e domenica 10 settembre 2017.

Tempo di Natale 2017: 4° edizione mostra mercato dedicata alla eccellenze artigiane sabato 11 e domenica 12 novembre 2017.
Una mostra mercato, ispirata al Natale e dedicata alle eccellenze artigiane italiane con un’attenzione particolare al cibo, ai complementi d’arredo e dell’abbigliamento, al tempo libero ed alla cura della persona. Più di 60 espositori nelle sale, nella corte e nelle scuderie del Castello. Mostra di presepi artistici nella cappella.

 


Servizi Offerti :
Soggiorni Brevi
Weekend
Vacanze
Location Eventi Aziendali
Location Eventi Privati
Location Eventi Culturali
Location Matrimoni
Location Set Cinematografici
Visite Culturali

Caratteristiche Generali

  • Piscina :
  • Wellness SPA :
  • Accessibilità Disabili :
  • Internet :
  • Animali ammessi :
  • Parco o Giardino :

Ospitalità

  • Numero Camere : 4
  • Posti Letto : 8
  • Prezzo Dimora al giorno : Dato n.d.
  • Prezzo Dimora a settimana : Dato n.d.
  • Prezzo camera al giorno : 110€
  • Prezzo camera a settimana : Dato n.d.

Eventi e Matrimoni

  • Saloni : 2
  • Posti a sedere : Dato n.d.

Set Cinematografici

  • Set in Esterni :
  • Set in Interni :
  • Set in Giardino :
  • Set in Piscina :
  • Acessibilità Mezzi :

Visite

  • Costo Biglietto : 10€
  • Giorni : Dato n.d.
  • Orari : Dato n.d.
  • Bookshop :
  • Visita con Guida :
Castello di Thiene

Regione : Veneto

Provincia : VI

Comune : Thiene

Indirizzo : Corso Giuseppe Garibaldi, 2

C.A.P. : 36016

Info

Luoghi d’interesse nelle vicinanze:

Thiene è situata tra le province di Vicenza (20km), Padova (60 km), Verona (75 km), Venezia (80km). Lago di Garda (100 km), le zone termali come Abano (50 km)
Località turistiche nelle vicinanze: Asiago, Marostica, Bassano, Asolo, Vicenza, Villa Caldogno (Caldogno), Villa Godi Malinverni (Lugo), Villa da Schio (Castelgomberto), Villa Trissino Marzotto (Trissino), Villa Valmarana ai Nani (Vicenza)


Vuoi Contattare la dimora? compila il form con le informazioni richieste (nessuna commissione è prevista dalla prenotazione tramite questo sito)

castello thiene fiori  - dimore storiche italiane

Non sono ancora presenti commenti su questa Dimora


Hai Visitato la Dimora? compila il form e facci avere un tuo commento

Scopri le più belle Dimore d'Italia : Veneto

  • Mapei sostiene le Dimore Storiche Italiane

    Mapei, leader mondiale nella produzione di adesivi e prodotti chimici per l'edilizia, sostiene l'Associazione Dimore Storiche Italiane, confermando l'impegno verso la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale della Nazione. Un impegno che vede la Mapei attiva sia attraverso il sostegno economico che con la continua ricerca scientifica: l'azienda da tempo ha messo a punto una linea di prodotti specificamente studiati per il restauro di edifici - [...]
    Vai alla News
  • Dimore Storiche nei cieli del mondo con Alitalia

    10 Dimore ADSI sono state citate in 7 pagine del magazine Ulisse di Alitalia con ampi spazi di redazionale dedicati al nostro Grand Tour per un ideale giro d'Italia, dove unire cultura, bellezza e un soggiorno all'insegna della qualità e del saper vivere. Altre dimore nei prossimi numeri.Leggi l'articolo - [...]
    Vai alla News
  • Giornate Nazionali ADSI

    Roma– Si sono svolte sabato 21 e domenica 22 maggio 2016 le Giornate Nazionali A.D.S.I.: la sesta edizione dell’iniziativa annuale promossa dall’Associazione delle Dimore Storiche Italiane ha aperto quest’anno al grande pubblico oltre 250 fra le più affascinanti residenze d’epoca italiane. Obiettivo della manifestazione, che coinvolge ogni anno decine di migliaia di visitatori, è sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della conservazione dei beni culturali privati soggetti a vincolo, che rappresentano una parte molto rilevante del patrimonio storico-architettonico italiano la cui custodia e manutenzione è - [...]
    Vai alla News
  • Grand Tour per Dimore Storiche a Vinitaly

    Verona: Vinitaly dal 10 al 13 aprile 2016 30,5 milioni di bottiglie e 15000 ettari di paesaggio intatto hanno rappresentato l’Associazione Dimore Storiche Italiane attraverso la presenza di 43 Cantine di Soci proprietari di immobili storici confermando il ruolo economico e culturale della città di Verona nel mondo del vino.Come gli Chateaux francesi, le Dimore Storiche Italiane, sedi di grandi proprietà agricole, rappresentano veri e propri presidi del territorio. - [...]
    Vai alla News