Castello San Marco

015 Villa San Marco Prospetto ovest dal giardino  - dimore storiche italiane

La maestosa costruzione di Castello San Marco sorge intorno a una torre di artiglieria cinquecentesca che fu trasformata in villa fortificata secondo un progetto dell’architetto Domenico Cirrincione il quale, seguendo i desideri del suo committente, mescolò elementi dell’architettura militare con altri tipici della residenza di campagna.

Così i quattro bastioni angolari, le feritoie, il ponte levatoio cui si raccorda uno scalone a doppia rampa che conferisce leggerezza ed eleganza alla severità e all’imponenza dell’insieme.
Un atrio coperto acciottolato con volta a botte di ampio respiro dà accesso al piano inferiore. Qui si trovano gli argani ancora funzionanti che azionano il meccanismo del ponte levatoio e al centro una vera da pozzo per l’attingimento dell’acqua piovana, preziosa riserva durante le estati torride e asciutte. Ai lati si aprono alcune stanze di servizio, tra le quali l’antica cucina con pentole e stampi di rame dalle forme più diverse.
Al piano superiore gli appartamenti privati conservano negli arredi e nelle collezioni l’impronta delle generazioni che si sono susseguite e che hanno vissuto e custodito la dimora con gioia e con amore.
Il castello è circondato da un antico giardino siciliano con bordure di asparagi e alberi di agrumi che in inverno spandono inebrianti profumi di zagara. Due portali in pietra d’Aspra danno accesso ad altrettanti giardini “a stanze”: la “floretta”, il giardino delle piante mediterranee e la “fruttiera”, il giardino degli alberi da frutta con angoli esotici ed alberi monumentali.

Nella parte rurale si coltiva l’orto per uso di famiglia. Un carrubo secolare accoglie sotto la sua ombra giochi infantili e merende di primavera, attorno al carretto dei piqe-niques che trova ricovero nella scuderia insieme alle carrozze di famiglia. Il giardino roccioso ospita una bella collezione di cactacee e succulente.


san marco scalinata  - dimore storiche italiane

La torre d’artiglieria cinquecentesca, nucleo originario dell’edificio, era sorta per prevenire le scorrerie dei pirati saraceni che approdando sulla costa vicina facevano razzia nelle piantagioni di canna da zucchero che costituivano allora una delle principali fonti di ricchezza di un vasto territorio di cui Palermo era il centro. La “cannamele” era allora il motore di un’industria di trasformazione fiorentissima, sostenuta dall’esportazione del prezioso e ricercato alimento in molti paesi europei, inclusa anche la lontana Inghilterra.
Fu Vincenzo Filangeri, Conte di San Marco e 1° Principe di Mirto, gran politico e gran militare, che ne volle la trasformazione nel 1670.

L’agro bagherese cominciava a diventare in quel periodo luogo di villeggiatura dell’aristocrazia palermitana ed anche tappa obbligata per i viaggiatori del “Grand Tour”, che non mancavano di riportare nelle loro cronache parole di meraviglia e di stupore per le architetture peculiari e a volte stravaganti e per la singolare personalità dei loro committenti.

Queste dimore rivaleggiavano tra loro per eleganza e originalità.

Nei giardini si lasciavano aperti i cancelli “di cortesia”per gli scambi di visite. La caccia nei boschi vicini e le dotte conversazioni filosofico-alchemiche care alla cultura dei tempi insieme agli intrattenimenti mondani allietavano i felici soggiorni.
Durante la II Guerra Mondiale i Principi di Mirto ospitarono lo scrittore Giuseppe Tomasi di Lampedusa, loro cugino da parte di madre.
Proprietà fin dall’origine dei Lanza Filangeri, Conti di San Marco e Principi di Mirto, la dimora appartiene tuttora ai loro discendenti in linea femminile, i Camerata di Casalgismondo, che vi risiedono durante tutto l’anno insieme ai loro figli.


DSC_0236  - dimore storiche italiane
Servizi Offerti :
Weekend
Vacanze
Location Eventi Aziendali
Location Eventi Privati
Location Eventi Culturali
Location Matrimoni
Location Set Cinematografici
Visite Culturali

Caratteristiche Generali

  • Piscina :
  • Wellness SPA :
  • Accessibilità Disabili :
  • Internet :
  • Animali ammessi :
  • Parco o Giardino :

Ospitalità

  • Numero Camere : 6
  • Posti Letto : 12
  • Prezzo Dimora al giorno : Dato n.d.
  • Prezzo Dimora a settimana : Dato n.d.
  • Prezzo camera al giorno : Dato n.d.
  • Prezzo camera a settimana : Dato n.d.

Eventi e Matrimoni

  • Saloni : 5
  • Posti a sedere : 60

Set Cinematografici

  • Set in Esterni :
  • Set in Interni :
  • Set in Giardino :
  • Set in Piscina :
  • Acessibilità Mezzi :

Visite

  • Costo Biglietto : Costo n.d
  • Giorni : Lun,Mar,Mer,Gio,Ven,Sab,Dom
  • Orari : Dato n.d.
  • Bookshop :
  • Visita con Guida :
Castello San Marco

Regione : Sicilia

Provincia : PA

Comune : Santa Flavia

Indirizzo : Via San Marco, 90

C.A.P. : 90017

Vuoi Contattare la dimora? compila il form con le informazioni richieste (nessuna commissione è prevista dalla prenotazione tramite questo sito)

DSCN7387  - dimore storiche italiane

Non sono ancora presenti commenti su questa Dimora


Hai Visitato la Dimora? compila il form e facci avere un tuo commento

Scopri le più belle Dimore d'Italia : Sicilia

  • Torna il Grand Tour per Dimore Storiche a Vinitaly

    Verona, 9-12 aprile 2017 – Anche quest’anno ADSI - Associazione Dimore Storiche Italiane sarà presente all'appuntamento di Vinitaly a Verona, a testimonianza del suo crescente impegno nel sostenere la grande tradizione vitivinicola italiana.La partecipazione di soci ADSI alla manifestazione è infatti sempre più numerosa: sono 54 le tenute storiche con cantina che - [...]
    Vai alla News
  • Giornata Nazionale dell’A.D.S.I. – 21 maggio 2017

    Oltre 200 splendide residenze d’epoca, castelli, ville, casali, cortili e giardini in tutta Italia a centinaia di migliaia di visitatori italiani e stranieri. Per celebrare i 40 anni di A.D.S.I. questa edizione del Grand Tour si avvale, in particolare, del contributo di ciceroni d’eccezione: numerosi studenti delle scuole medie superiori, sempre più coinvolti localmente dal sistema delle dimore storiche, - [...]
    Vai alla News
  • Mapei sostiene le Dimore Storiche Italiane

    Mapei, leader mondiale nella produzione di adesivi e prodotti chimici per l'edilizia, sostiene l'Associazione Dimore Storiche Italiane, confermando l'impegno verso la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale della Nazione. Un impegno che vede la Mapei attiva sia attraverso il sostegno economico che con la continua ricerca scientifica: l'azienda da tempo ha messo a punto una linea di prodotti specificamente studiati per il restauro di edifici - [...]
    Vai alla News
  • Dimore Storiche nei cieli del mondo con Alitalia

    10 Dimore ADSI sono state citate in 7 pagine del magazine Ulisse di Alitalia con ampi spazi di redazionale dedicati al nostro Grand Tour per un ideale giro d'Italia, dove unire cultura, bellezza e un soggiorno all'insegna della qualità e del saper vivere. Altre dimore nei prossimi numeri.Leggi l'articolo - [...]
    Vai alla News